Al via la Settimana dei Mestieri 2015: per avvicinare gli studenti alle professioni

COMO - Tre giorni di orientamento con l'Università dell'Insubria ma già dedicati al mondo del lavoro: se i classici open day avvicinano i ragazzi alla scuola, questi sono dedicati a chi già sta studiando e a neolaureati per conoscere le professioni

L’Università degli Studi dell’Insubria, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, organizza dal 26 al 28 marzo, a Como, la prima “Settimana dei Mestieri”.  A differenza dell’open day, ormai classico appuntamento per conoscere offerta didattica e servizi dell’ateneo, la “Settimana dei Mestieri” è un evento di orientamento dedicato a studenti delle scuole secondarie, studenti universitari e neolaureati, che mira a presentare il mondo delle professioni: che cosa accadrà dopo aver conseguito il titolo accademico, quali sono gli scenari possibili e gli sbocchi occupazionali, e lo fa coinvolgendo gli attori del territorio, e non solo, e fornendo una panoramica ampia e una prospettiva di lungo periodo. 

La Settimana dei Mestieri 2015 a Como è dedicata al tema della mediazione a 360 gradi: dalla mediazione interculturale a quella nei conflitti internazionali, dalla competenza linguistica e giuridica alla mediazione in ambito scientifico. In altre parole: la mediazione come professione e come ponte tra diversi aspetti della realtà e della società. 

L’iniziativa è organizzata con un susseguirsi di eventi distribuiti tra il Chiostro di Sant’Abbondio, sede dell’Università e le scuole secondarie locali. Al mattino (dalle ore 9 alle 11) sono in programma le “testimonianze”, eventi con diversi testimonial che si raccontano in una specie di talk-show con un moderatore: giovedì, nel Centro Studi Casnati, si parla di “Mediazione e Comunicazione”, venerdì, nella sede dell’Isis Carcano di via Castelnuovo, si affronta il tema “Mediazione e Scienza, Medicina, Economia e Innovazione”, sabato si parla di “Mediazione e conflitti” al Liceo Volta. 

Nei tre pomeriggi si alternano i cosiddetti “atelier”, nella sede di S. Abbondio: cinque - sei gruppi di lavoro saranno impegnati in laboratori che sviluppano le diverse tematiche della giornata e che si concludono con un momento di confronto e resoconto finale in Aula Magna. Per partecipare è necessario iscriversi, per farlo basta compilare il form sul sito dell’Università dell’Insubria.

“L’università si apre alla città - spiega il vicesindaco Silvia Magni - Questa iniziativa sarà un’occasione per gli studenti che potranno così conoscere l’offerta formativa dell’ateneo e anche per la città stessa perché sarà un’occasione di confronto. Lo stesso tema scelto, la mediazione, declinato nelle diverse discipline, è di grande attualità e complessità. Non possiamo che plaudere a questa proposta e ringraziare”.