"Cuore di cuochi": forze dell'ordine ai fornelli per beneficenza

VARESE - Martedì scorso nella splendida cornice di Ville Ponti una competizione culinaria tra Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza. Lo scopo era quello di raccogliere fondi a favore della Fondazione Giacomo Ascoli che si occupa dei linfomi pediatrici.

Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza: c'erano davvero tutti, oltre alle autorità cittadine, nella serata di martedì scorso in Ville Ponti per una cena benefica. Ma con una particolarità: "Cuore di cuochi", iniziativa giunta alla sua quarta edizione, ha visto ai fornelli proprio i rappresentanti delle forze dell'ordine.

Lo scopo della serata è stato quello di raccogliere fondi a favore della “Fondazione Giacomo Ascoli” per sostenere la ricerca sui linfomi pediatrici.
  
Per l’occasione è stata organizzata  una vera e propria gara culinaria tra le forze dell’ordine, che si sono avvalse di cuochi d’eccezione: per la Polizia, il Questore Attilio Ingrassia, il Questore Vicario Maria Dolores Rucci e il Commissario Capo Davide Nozza e il collaboratore economico finanziario Monica Pocaterra, che per una sera hanno lasciato nel guardaroba la divisa d’ordinanza  per indossare grembiule e cappello da chef. I menù proposti hanno riscosso particolare successo tra i commensali.

Il Questore Ingrassia ha sottolineato che la Polizia di Stato è sempre impegnata nel sociale e che il successo della serata ha reso tutti particolarmente orgogliosi.