"Brianza che nutre": il consorzio che promuove l'eccellenza agroalimentare

LECCO - Nella Sede Territoriale cittadina di Regione Lombardia ieri mattina la presentazione ufficiale di "Brianza che nutre", realtà che a oggi raduna una ventina di aziende e che intende promuovere l'eccellenza del territorio.

Un consorzio per promuovere le eccellenze del territorio nel settore agroalimentare: è "Brianza che nutre", presentato ufficialmente alla stampa nella mattinata di ieri, giovedì 9, nella Sede Territoriale di Lecco di Regione Lombardia. Presenti Rosadele Galbiati (presidente del consorzio), Marcello Pirovano (product manager del consorzio), Mara Kessler (Camera di Commercio di Lecco), Gaetano Besana (capofila del consorzio).

Brianza Che Nutre nasce nel 2014 da un progetto innovativo realizzato con il cofinanziamento di Regione Lombardia e Camera di Commercio di Lecco e dalla consapevolezza che la Brianza rappresenta un territorio strategico tra
l’area metropolitana milanese e quella prealpina e lacustre. Ricchezza di siti ad alto valore artistico e culturale che uniti alla forte presenza di un tessuto produttivo e imprenditoriale fanno della Brianza un soggetto unico ad
altissimo potenziale, non solo in relazione all’imminente manifestazione mondiale Expo 2015.

Il Consorzio conferisce alla Brianza una nuova valenza, alla tradizionale vocazione imprenditoriale e artigianale accosta aspetti innovativi, high-tech e creativi, che appartengono a energie e generazioni nuove, futuro del nostro territorio. Questo nuovo concept viene ottimamente sintetizzato dal logo, un diamante dalla forma eptagonale, con quattordici sfaccettature a rappresentare: tradizione, natura, storia, arte, religione, enologia, gastronomia, artigianato, high-tech, musica, boutiques, benessere, ospitalità, sport. Ognuna di esse, con la propria peculiarità,
è parte di questo straordinario e prezioso gioiello, la Brianza.

“Il Consorzio Brianza che Nutre nasce per integrare - così dichiara la presidente Rosadele Galbiati - e valorizzare i precisi caratteri identitari della Brianza, caratteri storici, sociali, culturali, ambientali ed economici che
possono essere fattori di sviluppo. Potenziare questi elementi, incentivare relazioni, offrire all’eccellenza e all’unicità dell’offerta produttiva una adeguata strumentazione per la conoscenza e la diffusione, promuovere la fruibilità di parchi e sentieri, di luoghi d’arte, di eventi culturali è lo scopo di Brianza che Nutre che ha raccolto e sta raccogliendo intorno a quest’idea imprese, associazioni e scuole”.

“Lo scopo principale del progetto Brianza che Nutre - continua Marcello Pirovano, product manager del Consorzio - è creare una rete virtuosa di eccellenze distribuite sul territorio brianzolo: un’area tradizionalmente complessa e frammentata, ricchissima tuttavia di un’imprenditorialità diffusa e di gioielli paesaggistici spesso sconosciuti al grande pubblico. Grazie a un’innovativa piattaforma che unisce strumenti digitali (on-line marketplace) con servizi più tradizionali (street-food truck), il progetto intende incentivare e promuovere una domanda di turismo non ancora
sviluppata in Brianza, in vista di Expo... e oltre”.