Le scuole alla scoperta delle tradizioni gastronomiche lariane

COMO - "Caccia alla merenda lariana" e "Ti racconto una ricetta del Lago di Como": sono i due concorsi promossi dal settore Agricoltura e Turismo della Provincia di Como per le scuole, in occasione di Expo, che hanno ottenuto un grande successo. Lunedì 18 si sono svolte le premiazioni.

Sono stati assegnati nella giornata di lunedì i premi per i due concorsi, finalizzati alla conoscenza degli stili alimentari corretti e delle tradizioni gastronomiche del nostro territorio, proposti alle scuole dal settore Agricoltura e Turismo della Provincia di Como, in occasione di Expo 2015.

Il primo concorso, denominato "Caccia alla merenda lariana", era destinato alle scuole primarie e alle scuole dell'infanzia, e ha avuto come tema la conoscenza delle merende tradizionali e il loro confronto con quelle confezionate. Il secondo, denominato "Ti racconto una ricetta del Lago di Como", era destinato alle scuole secondarie di primo e secondo grado, e ha avuto come tema la riscoperta di ricette tradizionali.

L’esposizione dei lavori sul Piroscafo Patria ancorato a Villa Olmo resterà aperta alle scuole (su prenotazione) e al pubblico fino al 26 maggio compreso, esclusa la domenica, dalle 9 alle 12.50.
 
VINCITORI E MOTIVAZIONI
Scuola dell'infanzia
Come al tempo dei nonni - Scuola dell'infanzia di Lanzo d'Intelvi
La classe ha realizzato un progetto ricco di spunti e attività che ha saputo restituire alla merenda il suo valore simbolico, culturale e relazionale. Il lavoro è stato condotto coinvolgendo altri soggetti e in particolare gli anziani, detentori di antiche professioni e saperi.
I bambini hanno partecipato a una sorta di caccia al tesoro a tappe. A partire dal racconto dei loro nonni, la classe è andata sul territorio per visitare una stalla, una latteria e un pollaio alla ricerca dell’origine degli ingredienti che compongono due merende semplici della valle. Al termine del progetto, dopo la consumazione dello spuntino preparato in classe,  hanno espresso le proprie considerazioni. L’elaborato finale, curatissimo, è stato confezionato utilizzando immagini realizzate nel corso delle attività, testi scritti a mano dai nonni e illustrazioni prodotte dai bambini durante le varie fasi del progetto.

Scuola primaria
Il merendario, ricettario straordinario – Classe 4 Scuola Primaria S. Chiara di Ponte Lambro
Non una singola ricetta, ma un intero ricettario di merende tradizionali del Lago di Como poco note o dimenticate, questo è il risultato del lavoro presentato dalla classe quarta della scuola elementare di Ponte Lambro. I ragazzi, con l’aiuto dell’insegnante, dopo aver ricercato a tutto campo nella memoria del proprio paese i dolci della tradizione, hanno raccolto ogni singola ricetta, l’hanno trascritta al computer, stampata, ritagliata e “rivestita a festa” realizzando un grande libro cartonato con l’utilizzo di materiale di recupero arricchito da disegni e colori. Anche il titolo dell’elaborato, frutto del pensiero creativo della classe e le filastrocche realizzate a corredo del libro, dimostrano come il prodotto finale sia il risultato di un’attività complessa, curata in ogni sua parte.
 
Scuola secondaria di primo grado
La zuppa di cipolle di Brunate – Classe 2 C Scuola Secondaria di primo grado di Cermenate
L’elaborato finale sintetizza in maniera poetica e accurata un interessante lavoro dedicato alla ricetta della zuppa di cipolle di Brunate. A partire dalla scelta del singolo prodotto di origine locale, ormai quasi dimenticato, i ragazzi hanno costruito un elaborato perfettamente coerente in ogni sua parte, affrontando a tutto campo la tematica proposta dal bando. Con l’utilizzo di molteplici discipline (il racconto e la poesia, la traduzione in lingue, la ricerca storica, l’ecologia, l’analisi nutrizionale, la sperimentazione ecc.) hanno saputo valorizzare e nobilitare gli ingredienti poveri e semplici della ricetta in ogni loro declinazione, riscoprendo il valore di un alimento nutritivo in grado di sfamare la popolazione nei momenti più difficili. L’elaborato evidenzia il coinvolgimento di tutte le componenti della classe a partire dalla traduzione della ricetta nelle lingue di origine di alcuni ragazzi, dimostrando come l’attività sia stata un momento non solo didattico, ma anche di condivisione e integrazione.
 
Menzioni speciali
La merenda di nonna Santina – Scuola dell’infanzia privata paritaria di Bellagio
Per l’eccezionale coinvolgimento nel progetto degli anziani della Casa di Riposo Greco de Vecchi che insieme ai bambini della scuola dell’infanzia hanno realizzato l’elaborato finale e partecipato alle attività proposte dall’insegnante.

I missoltini – Classe 2 A  Scuola Secondaria di primo grado Dante Alighieri di Mariano Comense
Per l’originalità dell’elaborato finale che riassume in un racconto visivo tridimensionale, realizzato con estrema cura, la ricetta del “Missoltino con polenta” a partire dall’origine del prodotto fino alla sua consumazione.

Ricetta polenta uncia - Gruppo di lavoro della classe 4 Fondazione Minoprio - Corso regionale IeFP
Per aver realizzato un prodotto finale che mostra, attraverso l’attività didattica sul campo, la storia della ricetta dall’origine del prodotto alla sua realizzazione.