Inaugurata la Fiera di Varese. Maroni: "Rappresenta le eccellenze del territorio"

VARESE - Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombadia, ieri non ha voluto mancare alla Schiranna per l'inaugurazione della Fiera di Varese. Insieme al Governatore della Lombardia anche il sindaco Attilio Fontana e numerose autorità.

"Regione Lombardia è fortemente in campo a fianco del mondo delle imprese con tante risorse e tante iniziative che ci hanno permesso di essere riconosciuti come eccellenza dall'Unione europea". L'ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni inaugurando, in località Schiranna a Varese, la 38esima edizione della Fiera di Varese.

Erano presenti il prefetto Giorgio Zanzi, il sindaco Attilio Fontana, il vice presidente della Provincia Giorgio Ginelli, il consigliere regionale Francesca Attilia Brianza, il presidente della Camera di commercio Renato Scapolan, gli assessori comunali di Varese Sergio Ghiringhelli (Commercio), Maria Ida Piazza (Sport) e Simone Longhini (Cultura) e il vicario episcopale monsignor Franco Agnesi oltre a rappresentanti delle associazioni di categoria e degli enti locali e al nuovo Varese calcio.
 
"La Commissione europea ci ha dato - ha proseguito il governatore - per i prossimi 5 anni, 1 miliardo di euro per misure di sostegno alle imprese. E 1 miliardo è il 60 per cento in più rispetto alla programmazione precedente. Vuol dire che abbiamo speso bene i soldi e vuol dire che continueremo a spenderli bene. Come? Non decidendo noi dal Palazzo che cosa è giusto per le imprese, ma coinvolgendo il mondo delle imprese attraverso le associazioni che, come le Camere di commercio, sono una forza in Lombardia e una ricchezza e, per me, un interlocutore fondamentale".
 
"Loro - ha spiegato il presidente - mi spiegano se faccio bene o faccio male e il dialogo con le associazioni, anche quelle sindacali, non è una perdita di tempo, ma un aiuto a far crescere la Lombardia che è una realtà complessa, con le montagne, con le pianure e con la Città Metropolitana e senza il dialogo, intenso e costruttivo, tra le istituzioni e le associazioni che rappresentano il territorio, non si lavora bene".
 
"La Lombardia è nota - ha ricordato il presidente Maroni - per essere industriosa con fabbriche e capannoni, perché produce un quarto del prodotto interno lordo italiano, ma è anche molto di più. È la regione che ha il record di siti Unesco, patrimoni mondiali dell'umanità. Ne abbiamo ben 10 sui 50 italiani e 4 di questi sono in provincia di Varese. Siamo una Regione che deve investire di più sul turismo e la cultura ed è quello che intendo fare, anche qui coinvolgendo le Camere di commercio, dopo l'ottima esperienza fatta con Expo e ascoltando tutti quelli che hanno qualcosa da dire, da proporre, per valorizzare i magnifici luoghi di cultura, di arte e di bellezze naturali che abbiamo in Lombardia".
 
"Tutto questo si sintetizza anche con la Fiera che inauguriamo - ha rimarcato il governatore Maroni - perché, piccola o grande che sia, rappresenta le eccellenze del territorio". "Ecco, noi siamo attenti - ha concluso il presidente - alle eccellenze del territorio e vogliamo che tutte le istituzioni guardino al territorio e alla sua complessità e alle sue straordinarie potenzialità, perché questo è quello che serve alle imprese e ai cittadini".