Wikimania, Maroni: "Esino Lario riferimento mondiale"

ESINO LARIO - Si è chiusa con successo Wikimania, la dodicesima edizione del raduno mondiale di Wikipedia, che per una intera settimana ha tenuto banco in paese: poco più di 700 abitanti, ma per sette giorni diventato osservato speciale da tutto il mondo

"Questa è certamente una storia di successo ed è merito di tutti i volontari, una forza straordinaria della Lombardia, degli organizzatori, della comunità locale, degli amministratori di tutti coloro che ci hanno creduto e a cui noi, come Istituzioni, siamo stati accanto, facendo la nostra parte". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, a Esino Lario (Lecco), alla cerimonia di chiusura di 'Wikimania 2016', raduno mondiale dei volontari che alimentano i contenuti dell'enciclopedia online Wikipedia, alla sua dodicesima edizione. All'evento ha partecipato anche il sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega a Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione Daniele Nava.
 
"Anche in questo caso la Lombardia e l'Italia, attraverso Esino, sono state, in questa settimana, al centro del mondo - ha aggiunto il presidente - il mondo 'nuovo', quello del nuovo sapere e dei nuovi modi per divulgare la conoscenza. Questa è l'essenza di Wikipedia, straordinario strumento per la diffusione del sapere. È tutto questo è stato possibile grande a un modello vincente, quello della collaborazione tra le istituzioni, perché quando si collabora, al di là delle appartenenze, si raggiungono gli obiettivi, anche ambiziosi come questo".
 
"Quando si chiude un evento che ha una rilevanza mondiale come questo occorre capire cosa accade dopo - ha proseguito il presidente -. Voglio che questa chiusura sia una ripartenza. Credo sia compito delle istituzioni e degli organizzatori fare in modo che questo evento lasci un'importante eredità, perché Esino resti un grande punto di riferimento per i Social e per tutti i temi affrontati in questi giorni, perché attiri un 'nuovo' turismo, investendo nella reputazione acquisita".
 
"È un'occasione da non perdere - ha concluso Maroni -, per questo, entro un paio di settimane, intendo riunire tutti i sindaci, gli operatori, le Istituzioni, le associazioni, per decidere insieme come continuare questa storia di successo, perché questa comunità resti un punto di riferimento per la Lombardia, l'Italia e l'Europa sul fronte del sapere per i settori valorizzati in questi giorni".
 
"Dopo avere visitato Esino, deve visitare la Lombardia", ha poi detto il presidente a Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia, a cui ha regalato una copia di 'Lombardy. 127 destinations for discovering art, history and beauty' di Philippe Daverio.