Una serata per discutere dell'impatto di Malpensa sulla salute dei cittadini

DAVERIO - L'iniziativa è del "COR2", ovvero il coordinamento informale tra i Comuni di seconda fascia aeroportuale: domani alle 21, nella sala consiliare del palazzo municipale, un seminario per verificare qual è l'impatto di Malpensa sulla salute dei cittadini.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un seminario della durata di una serata per verificare qual è l'impatto prodotto dall'aeroporto di Malpensa sulla salute dei cittadini: è in programma domani, con inizio alle 21, nella sala consiliare del Comune di Daverio.

Organizzato dal cosiddetto "COR2", ovvero dal coordinamento informale fra i Comuni di seconda fascia aeroportuale. COR2 è aperto alla partecipazione delle Amministrazioni Comunali coinvolte dall'impatto ambientale e sanitario indotto dai voli di Malpensa.

Alla costituzione del COR2 hanno aderito i comuni di: Azzate, Cazzago Brabbia, Daverio, Inarzo, Mornago, Sumirago, Vergiate, e vi partecipano attivamente i comuni di Bodio Lomnago, Crosio della Valle, Galliate Lombardo, Jerago con Orago, Mercallo, Arsago Seprio, Casorate Sempione, Golasecca.

Alla base di questa iniziativa, nata da spinte di responsabilità espresse dal territorio, vi è la costatazione che l'impatto di Malpensa e del traffico aereo correlato si estende ormai ben oltre i confini dell'area così detta di sedime aeroportuale; come anche gli effetti di rumore e di inquinamento che possiamo verificare direttamente ogni giorno.

COR2 ritiene che le dotazioni e le procedure di controllo sull'inquinamento di Malpensa, ed i relativi effetti sulla salute, debbano venire estesi ai "nuovi confini" delineati dalle attività aeroportuali, e ritiene che i confini di sedime sono oggi una delimitazione nominale superata di fatto dall'operatività di Malpensa, quindi oggettivamente superati e non più corrispondenti all'estensione territoriale dell'impatto di Malpensa.

COR2 si propone quale interlocutore vigile, attivo e propositivo verso Enti e Società direttamente coinvolti sulle problematiche inerenti l'aeroporto di Malpensa, in particolare quelle legate al suo sviluppo. Primi fra tutti Ministero dell'Ambiente, Regione Lombardia, Provincia di Varese, Comune di Milano, SEA, ENAC ed ENAV. 

L'azione del COR2 si intende orientata alla tutela preventiva della salute delle popolazioni, della qualità della loro vita, del loro benessere, insieme alla tutela e alla massima valorizzazione delle qualità ambientali e storiche proprie di un'ampia porzione di territorio in Provincia di Varese.

Gli approfondimenti di natura medico-scientifica, e soprattutto le indicazioni di recenti studi epidemiologici (fra cui il recente "Il rumore di Malpensa fa male al cuore" finanziato dal Ministero della Salute e presentato il 29 11 14 a Busto Arsizio a cura dell'Università dell'Insubria) hanno aperto molti interrogativi sulla qualità ambientale delle zone circostanti l'attività aeroportuale, e chiamano ad una seria presa di coscienza del problema, sia in funzione diagnostica che in funzione di una corretta politica di prevenzione e anticipazione del rischio ambientale e della salute.

COR2 ritiene di dover affrontare in modo sistematico e scientifico questa delicata problematica ed ha proposto al Dottor Fabrizio Bianchi, responsabile dell'UO di Epidemiologia ambientale, Istituto di Fisiologia Clinica del CNR di Pisa, di esporre e spiegare agli amministratori locali un nuovo strumento per la valutazione degli effetti sulla salute: la VIS - la Valutazione di Impatto sulla Salute: strumento per la elaborazione del rischio per la salute dei cittadini sottoposti a pressioni ambientali di diversa natura.