Violenza sessuale in piscina ai danni di tre bambine: uomo di 56 anni ai domiciliari

VARESE - Indagato per violenza sessuale ai danni di tre giovani frequentatrici di una piscina con meno di 14 anni di età: un uomo di 56 anni, residente in provincia, è ora ai domiciliari in esecuzione dell'ordinanza firmata dal Giudice per le indagini preliminari

Nella mattinata di giovedì la Polizia di Stato ha dato esecuzione all’Ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Varese a carico di un uomo di 56 anni residente in provincia, attualmente indagato per violenza sessuale ai danni di minori degli anni 14.

Le indagini, svolte dagli operatori della Seconda Sezione della Squadra Mobile di Varese, evidenziano che l’indagato avrebbe toccato, inducendole a subire atti sessuali, alcune piccole frequentatrici di una piscina e avrebbe posto in essere atti di autoerotismo in loro presenza.

Le tre piccole vittime sono state ascoltate dagli operatori, ai quali hanno confermato i fatti e dato la descrizione dell’uomo, così da permettere la sua successiva identificazione. Le indagini sono state coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Varese, Antonio Cristillo, che ha richiesto la misura, poi condivisa dal Gip Anna Giorgetti.

L'uomo, privo di precedenti penali, con una regolare attività lavorativa e una situazione familiare stabile, è stato rintracciato nelle prime ore del mattino di giovedì presso la sua abitazione ed è stata così immediatamente data esecuzione all’ordinanza.