Vende droga a un minorenne, cerca di scappare nel centro commerciale

VARESE - Attenzione sempre alta da parte della Questura su piazza della Repubblica, luogo di aggregazione giovanile. Nella giornata di sabato, nell'area, i poliziotti hanno arrestato due tunisini. Uno dei due aveva ceduto droga anche a un minorenne

Una persona colpita da ordine di carcerazione, un'altra sorpresa mentre cedeva droga anche a un minorenne e ha cercato inutilmente di fuggire nel centro commerciale. Sono due gli arresti effettuati dai poliziotti, nella giornata di sabato, in piazza della Repubblica a Varese.

Nella mattinata investigatori della Squadra Mobile hanno rintracciato e catturato un tunisino di 33 anni. Era ricercato perché su di lui pendeva un ordine di esecuzione pena emesso dalla Procura della Repubblica di Varese: deve scontare 9 mesi di reclusione per un cumulo di pene. E' stato anche denunciato perché, per evitare l'arresto, in occasione dei controlli ha dichiarato false generalità. I successivi rilievi dattiloscopici lo hanno però smascherato.

Nel pomeriggio, nei pressi del monumento dei caduti ubicato nella stessa piazza, agenti in servizio di “Poliziotto di quartiere” hanno arrestato un altro tunisino, ventiseienne, pregiudicato per reati in materia di stupefacenti e contro il patrimonio. E' stato colto nella flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti, infatti, lo hanno notato mentre cedeva hashish a tre giovani (di cui uno minorenne) per un peso complessivo di 7 grammi.

Gli Agenti, quindi, hanno provato a bloccare il cittadino tunisino che è scappato cercando di trovare rifugio nel vicino centro commerciale “Le Corti” dove però è stato bloccato e arrestato. Era in possesso anche di banconote di piccolo taglio, considerate frutto dell'attività di spaccio, per un importo di 160 euro.

In serata, ancora, la Squadra Volante, ha proceduto al controllo di diversi soggetti che sostavano nella piazza. Durante la perlustrazione hanno trovato un panetto di hashish, del peso di circa 50 grammi, abilmente nascosto all’interno di un cestino dei rifiuti nei pressi di una delle scale che conducono al parcheggio sotterraneo.