Varese, Gallarate e Busto Arsizio: da oggi i poliziotti hanno lo spray al peperoncino

VARESE - Nel suo piccolo è una svolta: la Polizia di Stato, quella che fa riferimento alla Questura cittadina (Commissariati di Varese, Busto Arsizio e Gallarate), da oggi ha in dotazione anche lo spray al peperoncino

Ora è ufficiale: da questa mattina la Polizia di Stato che fa riferimento alla Questura di Varese (Commissariati di Varese, Gallarate e Busto Arsizio) ha in dotazione anche lo spray al peperoncino. Una richiesta più volte avanzata dal sindacato di Polizia, nell'intento di tutelare gli agenti.

La bomboletta, che contiene Oleoresin Capsicum, il principio attivo del peperoncino piccante, sarà infatti utilizzata con lo scopo di dissuasione e autodifesa.

Finora gli agenti non avevano molte possibilità. O le mani nude, spesso inefficaci di fronte a situazioni pericolose, o la pistola che, al contrario, deve rimanere sempre nella fondina.

Per arrivare a questa svolta tutti gli agenti hanno fatto un corso di formazione con un addestramento mirato, anche per conoscere tutte le caratteristiche dello spray che avranno in uso e la sua pericolosità.

Dalla questura precisano che la bomboletta contiene solo un modesto quantitativo di principio attivo, che non ha impatti duraturi sulla salute della persona colpita. Non solo: gli stessi agenti dispongono anche della sostanza di decontaminazione per neutralizzare gli effetti dello spray utilizzato.