Un volo di cinque piani nel vano dell'ascensore: muore operaio di 20 anni

COMABBIO - Un giovane di soli vent'anni, residente a Stezzano in provincia di Bergamo, ha perso la vita al cementificio Holcim. Ha fatto un volo di una decina di metri mentre era impegnato a eseguire i lavori di manutenzione di un ascensore.

Un incidente mortale sul lavoro stronca la vita a un ragazzo di soli 20 anni: Michele Franchini, operaio di Stezzano (Bg), è deceduto dopo un volo di cinque piani nel vano dell'ascensore della ditta Holcim.

Il giovane stava eseguendo lavori di manutenzione per conto di una ditta esterna in un periodo in un'ala del cementificio momentaneamente chiusa in cui sono all'opera diverse imprese. Di lui, però, già a metà pomeriggio si sono perse le tracce. Nessuno l'ha più visto.

Le ricerche si sono concluse in serata, purtroppo con un esito tragico: dopo ore di ricerche i Carabinieri e i Vigili del Fuoco lo hanno trovato nel vano ascensore ormai privo di vita. Si stima che possa aver fatto un volo di una decina di metri.

Ancora in certa la dinamica dell'incidente. Vigili del Fuoco e Carabinieri di Gallarate stanno cercando di fare tutti gli accertamenti anche per verificare eventuali responsabilità.