Ubriaco molesta extracomunitari, poi estrae il coltello a serramanico davanti alla Polizia

GALLARATE - Dopo aver bevuto un po' troppo, prima se l'è presa con due extracomunitari in stazione accusandoli di averlo derubato. Poi si è accanito contro gli agenti intervenuti per calmarlo, estraendo anche un coltello a serramanico. Un 42enne residente in città è stato denunciato a piede libero.

Si aggirava nei pressi della stazione ferroviaria, prima aggredendo verbalmente due extracomunitari, poi mostrando un coltello a serramanico agli agenti intervenuti per calmarlo: un uomo di 42 anni residente in città, l'altra notte, è stato denunciato a piede libero.

L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, a causa dello stato di ebbrezza aveva iniziato a litigare con due extracomunitari colpevoli, a suo modo di vedere, di avergli rubato del denaro. Qualche passante, spaventato, ha richiesto l'intervento delle forze dell'ordine prima che la situazione potesse degenerare.

All’arrivo degli agenti, però, l’uomo non ha mutato atteggiamento. Ha iniziato ad insultarli pesantemente, rifiutandosi di lasciarsi generalizzare, e nonostante tentassero comunque di calmarlo bonariamente, in un impeto di rabbia, ha sfondato con un calcio una delle vetrate esterne dell’edificio della stazione.

Al fine di evitare peggiori conseguenze, gli agenti hanno tentato di bloccarlo, ma l’uomo ha ostentato un coltello a serramanico che aveva in tasca, accompagnando l’esibizione con minacce urlate ad alta voce.

Bloccato ed ammanettato è stato condotto in Commissariato dove si è finalmente calmato ed è stato identificato per essere poi denunciato a piede libero. Le accuse sono di danneggiamento aggravato, resistenza, oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale.