Trofeo Ctc Robur Saronno: vince Schilirò al secondo tentativo

SARONNO - Tutti gli occhi erano puntati su di lui: Nicolò Schilirò, 17 anni, alla sua seconda finale consecutiva è riuscito ad aggiudicarsi il Trofeo Club Tennis Ceriano Robur Saronno. Nel match decisivo ha sconfitto due set a uno il padrone di casa Andrea Borroni.

Buona la seconda. Dopo la finale dello scorso anno, il giovanissimo talento siciliano Nicolò Schilirò aveva un solo risultato utile per migliorarsi nella terza edizione dell'Open maschile “Trofeo Ctc Robur Saronno” e lo ha ottenuto. Grazie al successo sul padrone di casa Andrea Borroni (2.4) per 4-6 6-3 6-3, Schilirò (2.5) si è laureato campione sui campi in sintetico del Robur in via Colombo, nell'Open da 1500 euro di montepremi organizzato dal Ct Ceriano Laghetto. 

“Una finale a due facce – commenta il presidente del Ct Ceriano, Severino Rocco – perché all'inizio sembrava che la potenza di Borroni potesse prevalere, ma nel terzo set la caparbietà e l'acume tattico del 17enne siciliano hanno fatto girare un match che sembrava quasi compromesso. Nonostante un fisico esile, il vincitore ha risposto colpo su colpo e alla fine ce l'ha fatta. Siamo comunque soddisfatti della finale raggiunta del nostro Borroni”. 

Sotto 0-3 nel parziale decisivo, Schilirò ha avuto il merito di restare saldamente in partita contenendo i dritti potenti del padrone di casa e attaccandolo, appena possibile, sul rovescio. Successo meritato per il tennista isolano che, dopo aver raggiunto a sorpresa la finale l'anno passato (poi persa contro Tessaro), ha messo in mostra ottimi progressi e un tennis vivace e aggressivo. Se nel 2014 è stato la grande rivelazione del torneo, stavolta si è confermato su ottimi livelli superando Jacopo Bartolini nei quarti e il vincitore dell'edizione 2013 Massimiliano Dotti in semifinale, senza lasciare per strada nemmeno un set. Bravo anche Borroni, classe 1995, che ha superato in semifinale Delebois per 7-6 6-0 giocando un tennis solido e potente, con ampi margini di miglioramento.

“Sono soddisfatto – continua il presidente Rocco – dell'andamento del torneo, perché hanno partecipato tanti giocatori di seconda e terza categoria davvero competitivi, che hanno mantenuto un livello di gioco alto. Un bello spettacolo, possibile grazie anche al prezioso aiuto di sponsor come Pagani Imballaggi e Fibre Drums Italia”. 

E così, dopo il successo di Corinna Dentoni nell'Open femminile di Ceriano, ecco quello di Schilirò nell'edizione maschile. Ma appena archiviato questo torneo, il Ct Ceriano Laghetto deve già pensare al primo impegno stagionale per la squadra femminile di Serie A1 che sarà impegnata nella difficile trasferta di Reggio Emilia contro il Ct Albinea. L'esordio in casa sui campi del Robur Saronno è invece previsto per la domenica successiva, 18 ottobre, quando le ragazze capitanate da Marcella Campana ospiteranno le campionesse d'Italia del Tc Genova 1893.