Toccava le ragazzine e cercava di adescarle: la Polizia arresta un albanese

VARESE - Cercava di toccare le ragazzine, di 14 e 15 anni, nelle parte intime e le invitava ad andare a casa sua. Un albanese di 46 anni, nei giorni scorsi, è stato intercettato dalla Polizia. Lui per fuggire si è scagliato contro gli agenti, ma è stato comunque arrestato.

Le ragazzine hanno raccontato alla Polizia che l'uomo cercava di toccarle nelle parti intime e le invitava ad andare con lui a casa sua: un albanese di 46 anni, nei giorni scorsi, è stato arrestato dalla Polizia nei pressi delle Ferrovie Nord.

Agli agenti era stata segnalata la presenza di due uomini sulla cinquantina che disturbavano un gruppo di ragazze minorenni. Quando sono arrivati sul posto, però, hanno subito fermato un senegalese di 51 anni mentre non c'era traccia dell'albanese. Quest'ultimo è stato rintracciato poco più tardi e, nel tentativo di guadagnarsi la fuga, si è scagliato contro gli agenti causando delle escoriazioni sul braccio al capo pattuglia. E' stato prontamente neutralizzato e ammanettato.

Le due ragazze vittime delle molestie, una di 14 e una di 15 anni, hanno dichiarato che poco prima dell'arrivo degli agenti hanno subito violenza sessuale da parte dell'uomo. Alla prima aveva infilato la mano nei pantaloni, arrivando fino alle parti intime, e l'aveva invitata a passare qualche ora a casa sua. La ragazza, spaventata, si era allontanata e aveva telefonato alla Polizia. Nello stesso momento, però, l'albanese aveva iniziato a dedicare la sua attenzione all'amica, accarezzandole il viso e le gambe e chiedendole di seguirlo a casa sua.

Stando a quanto le due minori e altre ragazze presenti sul posto hanno raccontato alla Polizia, l'albanese da diverso tempo aveva questo atteggiamento nei confronti delle ragazze minorenni. E' stato arrestato e portato alla casa circondariale di Busto Arsizio.