Terremoto a Lonate Pozzolo: arrestato il sindaco

LONATE POZZOLO - Il sindaco Danilo Rivolta è stato arrestato ieri mattina dai Carabinieri in esecuzione di un provvedimento firmato dal Gip del Tribunale di Busto Arsizio. Deve rispondere delle accuse di tentata concussione, corruzione, abuso d'ufficio

Tentata concussione, corruzione, abuso d'ufficio. Sono le pesanti accuse che gravano su Danilo Rivolta, sindaco di Lonate Pozzolo, arrestato ieri dai Carabinieri del Nucleo investigativo di Varese su ordinanza del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Busto Arsizio.

La sua convivente è stata sottoposta all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Ordinanza di custodia cautelare anche per il fratello del sindaco, per un architetto finito ai domiciliari così come due imprenditori. Altri due imprenditori hanno l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Perquisizioni della Guardia di Finanza nelle abitazioni e negli uffici di società di consulenze e progettazione a Pavia, Lonate Pozzolo e Gallarate.

Un vero e proprio terremoto, nato dal declassamento del dirigente della Polizia locale, Maria Cristina Fossati, "colpevole" di avere effettuato controlli in cantieri edili. Secondo la Procura questa attività condotta da "un funzionario dalla schiena dritta", avrebbe colpito imprenditori che ritenevano di essere sotto la protezione del sindaco.

Secondo gli inquirenti, in sostanza, per essere certi di non avere alcun tipo di problema con la pratica edilizia e con i lavori sarebbe stato sufficiente rivolgersi allo studio professionale del fratello del sindaco. Per una parcella comprensiva secondo l'accusa anche della tangente.

Quattro i casi contestati. Dall'acquisizione di un capannone industriale (due episodi, con soldi versati sia dal venditori sia dall'acquirente per completare con 13 mila euro il salotto del sindaco), il cambio di destinazione di un terreno agricolo nel nuovo Pgt, quello di un parcheggiatore di Malpensa che versava non solo soldi ma avrebbe pagato anche cene elettorali o avrebbe concesso l'utilizzo di suoi mezzi.

Indagini in corso anche sul ruolo del segretario comunale e sul nuovo dirigente della Polizia locale e il segretario comunale.