Poliziotti increduli: lo spacciatore è minorenne e arriva da fuori provincia

BUSTO ARSIZIO - Gli agenti del Commissariato cittadino di Polizia martedì sera hanno fermato un minorenne in possesso di hashish, eroina e cocaina. La modica quantità gli ha evitato l'arresto, ma è stato denunciato a piede libero

Lo hanno fermato nei pressi della stazione ferroviaria di Busto Arsizio e sono rimasti a bocca aperta: gli agenti della Volante del Commissariato cittadino di Polizia si sono trovati di fronte a uno spacciatore minorenne. 

E' accaduto nella serata di martedì quando gli agenti hanno fermato il diciassettenne, residente nella provincia di Verbania, nelle cui tasche sono state trovate dosi di hashish, eroina e cocaina. Solo la modica quantità delle sostanze, complessivamente circa 8 grammi, gli ha evitato l’arresto, ma non la denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica per i Minorenni. La varietà e le modalità di confezionamento della droga hanno infatti fatto ritenere che fosse destinata alla cessione a terze persone.  

Sempre martedì, ma verso l'ora di pranzo, gli agenti hanno arrestato uno spacciatore. L’intervento è stato effettuato quando la pattuglia che percorreva via Ugo Bassi ha notato un uomo, conosciuto come consumatore di droga, che uscendo da un portone ha cercato di defilarsi non appena vista l’auto di servizio.  

I poliziotti lo hanno subito fermato e perquisito, scoprendo che aveva in tasca una dose di eroina. Di seguito alla perquisizione domiciliare gli agenti gli hanno trovato in casa 17 dosi di cocaina già divise e confezionate per la vendita, materiale per la loro preparazione e la somma di 570 euro. L’uomo è stato quindi arrestato in flagrante detenzione e spaccio di droga.