Otto rapine a mano armata per acquistare droga a fini personali

BUSTO ARSIZIO - Una banda di quattro componenti, due già in carcere da dicembre, due raggiunti dalla misura di custodia cautelare ieri mattina. Avevano messo a segno colpi dal 27 ottobre al 13 dicembre.

Otto rapine a mano armata andate a segno più una tentata. Con un unico scopo: spartire i soldi all'interno della banda e poter acquistare dosi di droga esclusivamente per un utilizzo personale. I quattro componenti nella mattinata di ieri, lunedì 30, sono stati arrestati dai Carabinieri.

Secondo le indagini condotte dagli uomini del capitano Antonino Spinnato, in coordinamento con il Pm Nadia Alessandra Calcaterra, sono tutti colpi messi a segno dal 27 ottobre al 13 dicembre 2014 in un'area compresa tra il varesotto e l'alto milanese.

Tre farmacie nel curriculum, più un ufficio postale, un centro di prenotazione ospedaliero, ma anche una sala giochi, un ristorante e una cartoleria. Colpi messi a segno con lo stesso sistema: tre in azione con volto travisato pistola o taglierino in mano, il quarto della banda pronto in auto per la fuga. E il bottino raggranellato è tutt'altro che misero: secondo gli inquirenti il totale ammonterebbe a circa 20 mila euro. Equamente spartito tra i componenti della banda che avrebbero poi utilizzato i soldi per acquistare dosi di droga da consumare personalmente.

Un'attività intensa che, tuttavia, si è improvvisamente interrotta nel mese di dicembre quando due erano stati arrestati dai Carabinieri dopo un inseguimento. Gli altri hanno avuto qualche mese di libertà in più: lentamente le indagini hanno portato alla luce anche il loro coinvolgimento, fino alla misura della custodia cautelare di ieri mattina.