Maroni: "Vogliamo dare un volto nuovo a Varese"

VARESE - Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia, è intervenuto alla conferenza stampa organizzata in municipio per la presentazione di due bandi: uno per rifare piazza Repubblica e la caserma e uno per il nuovo teatro. Da parte della Regione 20 milioni di euro.

"Vogliamo dare un volto nuovo a Varese, questa è la nostra ambizione. Abbiamo rispettato i termini e i tempi che ci siamo dati. Abbiamo presentato due bandi, uno per rifare piazza Repubblica e la caserma e uno per il nuovo teatro. Sono due impegni importanti dal punto di vista finanziario anche per la Regione Lombardia, perché abbiamo messo 20 milioni di euro in questo Accordo di programma, ma questi interventi possono davvero cambiare il volto di Varese, per cui sono molto soddisfatto". Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, partecipando alla conferenza stampa di presentazione del lancio dei bandi per il nuovo teatro di Varese, presso il Municipio di Varese.
 
"Siamo partiti con il piede giusto, la Regione Lombardia ha promosso l'Accordo di programma nel 2014, abbiamo fissato un cronoprogramma - ha tenuto a sottolineare Maroni - e stiamo rispettando i tempi, come conferma la pubblicazione dei bandi in Gazzetta Ufficiale avvenuta l'8 maggio, dimostrando che le istituzioni pubbliche qui in Lombardia riescono a fare le opere pubbliche nei tempi previsti e nei costi previsti, e con il coinvolgimento del territorio, perché questo è il modello lombardo nel fare le opere pubbliche, un modello di eccellenza che vogliamo che Varese rappresenti con questo importante intervento di riqualificazione. Abbiamo un cronoprogramma con tempi certi e stretti ma sono sicuro che riusciremo a rispettarlo e riusciremo a trasformare e a rilanciare il centro di Varese".
 
"Vogliamo fare in fretta - ha chiarito Maroni - ma anche fare bene, nella massima sicurezza, evitando il rischio di infiltrazioni ma rispettando i tempi certi che ci siamo dati con il cronoprogramma partito l'8 maggio con la pubblicazione dei due bandi in Gazzetta Ufficiale, per cui continuiamo in questa direzione. Tutto procede secondo i termini temporali e gli impegni finanziari che abbiamo preso."