Maltrattava i figli di 3 e 8 anni: la mamma finisce in carcere

Una donna di 34 anni è stata arrestata dagli agenti della Squadra Mobile per maltrattamenti in famiglia. Già segnalata in passato per presunti maltrattamenti, era monitorata con intercettazioni ambientali. Quando gli agenti hanno udito le minacce di morte ai bambini, sono prontamente intervenuti

Stava maltrattando in modo molto duro i suoi figli di 3 e 8 anni, ma non poteva sapere che in quel momento gli agenti della Squadra Mobile la stavano ascoltando su disposizione della Procura, che nutriva forti dubbi sulla sua condotta: una donna italiana di 34 anni è stata arrestata per maltrattamenti in famiglia.

E' accaduto nella mattinata del 12 luglio anche se la notizia è stata rivelata solo ieri.  Gli agenti, coordinati da Sabrina Ditaranto, stavano eseguendo un servizio di intercettazione ambientale all’interno dell’abitazione della donna, già segnalata in passato per presunti maltrattamenti verso i figli.

Dall’ascolto delle conversazioni sono emerse sin da subito rilevanti criticità nel quadro familiare oggetto di indagine che vedevano la donna maltrattare i figli sia verbalmente che fisicamente. La stessa usava apostrofare i piccoli con insulti di gravissimo tenore e con continue vessazioni contraddistinte da frasi di scherno e di disprezzo verso entrambi i figli, con maggior accanimento verso il maggiore.

Quest’ultimo, da quanto emerso, si rivolgeva alla madre con monosillabi ed espressioni di autentico terrore, limitandosi ad avere con questa un rapporto di obbedienza verso le disposizioni impartite dalla stessa. La stessa non ha omesso rivolgere ai figli anche vere e proprie minacce di morte che, diventate più insistenti nella mattinata del 12 luglio, hanno portato gli agenti ad intervenire e ad operare l’arresto in flagranza della donna. Come disposto dal Pm di turno, è stata portata alla casa circondariale di Como. Il Gip Stefano Sala ha poi convalidato l'arresto.

I minori, invece, sono stati accompagnati in una Comunità protetta.