Malpensa, operazione "Bad stuff": recuperati 212 chili di stupefacenti

MALPENSA - Un bilancio di 212 chilogrammi di sostanze stupefacenti sequestrate. E' l'operazione "Bad stuff" che ha consentito alla Guardia di Finanza di intercettare a più riprese l'ingente quantitativo e di arrestare 21 persone

Il bilancio è davvero imponente e testimonia l'impegno e i risultati ottenuti dalla Guardia di Finanza per evitare l'ingresso di sostanze stupefacenti nel nostro Paese: a Malpensa, negli ultimi cinque mesi, sono stati sequestrati 212 chili di sostanze stupefacenti. Arrestate 21 persone, coinvolte a vario titolo: 5 ovulatori e 16 corrieri della droga.

Si tratta dell'operazione "Bad stuff", che ha permesso di intercettare con interventi mirati un bel campionario di stupefacenti: 130 chili di khat, 44 chili di cocaina, 35 chili di eroina, più altri 4 chili di altre sostanze.

A colpire le Fiamme Gialle e i funzionari dell'Agenzia delle Dogane, sono stati soprattutto i cinque ovulatori. A loro il compito di ingerire lo stupefacente per trasportarlo in Italia. Persone reclutate in Paesi poveri, che hanno accettato di mettere a rischio la loro vita nel tentativo di immettere sul nostro mercato un chilo e mezzo di cocaina e un chilo di eroina per un totale di 130 ovuli - spesso confezionati in modo approssimativi - ingeriti e custoditi nello stomaco.

A conclusione dell'operazione, la Finanza è riuscita ad arrestare anche i due destinatari finali delle sostanze stupefacenti. Mentre gli altri viaggiavano, rischiando la vita e l'arresto, loro soggiornavano in un comodo albergo nell'hinterland di Milano. Ora hanno dovuto cambiare stanza: ha le sbarre e da lì non si può uscire.