Luino: parte oggi il World Rowing Tour, una settimana all'insegna dello sport

LUINO - Grazie all'organizzazione e competenza della Canottieri Luino, in Italia approda per la prima volta il World Rowing Tour: 180 chilometri da percorrere a remi. Oggi l'inizio ufficiale della manifestazione che si concluderà domenica 20.

Tra settembre e ottobre, si accende la grande passione per il Canottaggio nelle acque del lago Maggiore.  Da quest'oggi, sabato 12, fino al 20 settembre, il World Rowing Tour porterà in Italia  74 vogatori in arrivo da Argentina, Australia, Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, India, Irlanda, Israele, Norvegia, Olanda, Stati Uniti, Sudafrica, Svizzera e Zimbabwe.

Sabato 10 e domenica 11 ottobre, Luino sarà capitale del Coastal Rowing in occasione della decima edizione dei Campionati Italiani dedicati a questa specialità con la partecipazione di oltre 400 canottieri in arrivo da tutta Italia. Prima assoluta per questa competizione remiera, mai ospitata su “acque dolci”, che vede il Verbano proporsi come nuovo protagonista di eventi ufficiali di Coastal Rowing, disciplina in forte espansione e sulla quale la società luinese ha investito sin dal 2008 creando un proprio Centro dedicato.

In cabina di regia, per entrambi gli eventi, la Canottieri Luino.

Nei giorni scorsi a Villa Recalcati si è tenuta la presentazione ufficiale. Gunnar Vincenzi,  Presidente della Provincia di Varese, sottolinea che “il canottaggio valorizza il nostro territorio. Dopo i successi della Schiranna ora a Luino un altro evento internazionale. La Provincia, oggi, non ha la possibilità di intervenire economicamente sugli eventi, ma la presenza come istituzione è assolutamente garantita. Speriamo ci possa essere una riforma future per riprendere a sostenere le attività di valorizzazione del nostro territorio”.

Tocca al sindaco di Luino, Andrea Pellicini, evidenziare che “Varese è la Provincia dei Laghi. Questo evento esalta il Maggiore e Luino, rinforzando la collaborazione tra i Comuni del Lago. La Canottieri Luino è formidabile”. Questo l’intervento di Fabio Passera, sindaco di Maccagno. “Grazie alla Canottieri Luino, capace di unire tante realtà per l’organizzazione di questo evento. Fare squadra con altri sport, istituzioni e associazioni è un messaggio formidabile e un esempio per tutti”.

Marco Caccianiga (Delegato CONI Varese) evidenzia i fattori di successo. “Sono nuovo, ma in queste poche settimane ho potuto conoscere uno sport meraviglioso. Ho imparato che il nostro territorio è perfetto per questo sport per due motivi principali: qualità naturali dei laghi e capacità organizzativa. Il CONI può e deve essere orgoglioso”. In rappresentanza della Federazione Italiana Canottaggio, è il consigliere Luciano Magistri a mettere in relazione due importanti aspetti.  “Questo evento mi regala una doppia soddisfazione, sia personale che federale. La FISA oggi crede in noi, ci  ha affidato un evento con la consapevolezza che i tempi organizzativi erano molto stretti. Sono nato sul Lago Maggiore, un bacino spesso considerate nemico per via del vento che oggi diventa essenza per questo tipo di manifestazioni. Vedere il mondo sul mio lago sarà un’emozione”.  

Luigi Manzo, presidente della Canottieri Manzo, è molto felice.  “I tempi sono stati davvero ridotti all’osso, ma ora ci siamo davvero grazie ad una squadra meravigliosa. Coastal sul Lago Maggiore e canottaggio olimpico a Varese rendono la Provincia e la Lombardia un vero tempio del remo. Il world Rowing Tour sarà un evento di tutto il Lago Maggiore. Un sogno? Un Campionato del Mondo Coastal Rowing sul Lago Maggiore”.

Lo Sport, in questo caso il Canottaggio, come veicolo di promozione del territorio in chiave turistica. FISA World Rowing Tour, mai ospitato in Italia prima d’ora, vedrà i partecipanti impegnati in un itinerario di 180 chilometri: ore e ore ai remi, sulle imbarcazioni Coastal messe a disposizione dal partner Filippi (ditta leader in campo mondiale nella produzione di barche da Canottaggio), con possibilità di entrare a contatto con lo splendido scenario circostante.  

Il World Rowing Tour sul Lago Maggiore, curato dalla Canottieri Luino con la collaborazione dei club remieri italo-svizzeri del Verbano, Arolo, Pallanza e Locarno, dei partner di supporto Cannobio, Ispra, Caldè, Angera e Cannero e il sostegno organizzativo di due circoli canoistici (Circolo Sestese Canoa e Kayak e Canottieri Lesa) e velici (Unione Velica Maccagno e Associazione Velica Alto Verbano Luino), si aprirà oggi con la cena di benvenuto a tutti i canottieri. Domani alle 9.30 la cerimonia d’apertura a Maccagno e la prima rotta da seguire: i 32 chilometri che da Maccagno condurranno a Locarno passando per Ascona. Lunedì 14 settembre ripartenza da Locarno per altri 30 km: dopo una sosta a Cannobio, si tornerà a Maccagno. Martedì 15 settembre verrà coperta la stessa distanza del giorno precedente con arrivo ad Arolo dopo il break a Caldè. Un chilometro in più, invece, mercoledì 16 settembre con partenza da Arolo e linea del traguardo a Sesto Calende con passaggio da Angera. Prima di remare, però, è prevista alle 9 la visita all’Eremo di Santa Caterina del Sasso. Giovedì 17 settembre la tappa più lunga: 35 chilometri per arrivare a Pallanza dopo aver fatto tappa a Lesa. Venerdì 18 settembre, l’ultima tappa: quella più “leggera”, con gli ultimi 22 chilometri in direzione Cannero, meta culturale con visita ai castelli, e rientro a Maccagno, sede del party di chiusura (19:30) di sabato 19 settembre dopo la visita al lago Ceresio (9:30), pranzo a Lavena Ponte Tresa (13) e successiva visita alla città di Luino (16:30).