La Guardia di Finanza va al mercato: scoperti 60 mila oggetti taroccati

VARESE - Controlli nei mercati contro la contraffazione e l'abusivismo commerciale: la Guardia di Finanza tra giugno e luglio ha sequestrato 60 mila articoli, denunciando 9 persone ed emettendo 7 sanzioni amministrative. Arrestata anche una ragazza, mentre stava rubando un portafogli al mercato

Più di 60 mila articoli taroccati, 9 persone denunciate a piede libero, 7 sanzioni amministrative. E' il risultato del giro di vite dato dalla Guardia di Finanza della provincia di Varese all'attività di contrasto della contraffazione e dell'abusivismo commerciale. Un'attività che durerà tutta l'estate e che, già in giugno e luglio, ha portato a un risultato impensabile grazie alla presenza nei mercati rionali.

Il grosso è rappresentato da 40 mila articoli sequestrati in quanto non conformi ai parametri di sicurezza. Altri 10 mila articoli, invece, riportavano una falsa indicazione per quanto riguarda la loro provenienza, ovvero realizzati all'estero e spacciati come "Made in Italy". In più ritirati altri 7 mila articoli tra abbigliamento e accessori.

Al bilancio dell'operazione, in realtà, bisognerebbe aggiungere anche un arresto. Non si tratta però né di un venditore né di un produttore. I finanzieri, mentre erano impegnati nell'attività di controllo al mercato di Laveno Mombello, hanno visto una ragazza bulgara che sfilava il portafogli dalla borsa di una signora che aveva appena prelevato i soldi in banca.