Incontra la ex in stazione, arrestato per rapina impropria

VARESE - Ieri alla Stazione Nord la violenta lite. Gli agenti della Polizia ferroviaria, anche attraverso le immagini registrate dalle videocamere, scoprono che lui l'ha spintonata più volte impossessandosi del denaro presente nel portafoglio.

Quella che sembrava una normale lite, seppur violenta, si è trasformata in un'accusa più pesante: alla fine un uomo è stato arrestato con l'accusa di rapina impropria ai danni della sua ex.

E' successo nel pomeriggio di ieri nell'atrio della biglietteria della Stazione Nord quando gli agenti della Polizia ferroviaria sono stati chiamati da alcuni viaggiatori per una lite tra uomo e donna.

Gli agenti hanno scoperto che si trattava di una coppia che da tempo aveva concluso la relazione sentimentale, benché l'uomo non fosse mai riuscito ad accettare questa situazione: tanto da assumere atteggiamenti persecutori che avevano comportato nei suoi confronti l'assunzione del provvedimento di allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla donna.

Ma oltre alla lite, gli agenti si sono accorti che c'era altro che non quadrava: a terra c'era una borsa con accanto un portafoglio e un foulard. Oltre a raccogliere la versione dei due, hanno verificato dalle telecamere che l'uomo l'aveva strattonata, impossessandosi della borsa dopo averla colpita e spinta violentemente a terra più volte. Poi aveva preso del denaro contante.

Gli agenti lo hanno subito arrestato con l'accusa di rapina impropria e portato alla casa circondariale di Varese.