Finta azienda estera, imposte non versate per quasi 2 milioni di euro

CANTELLO - La Guardia di Finanza di Gaggiolo ha segnalato all'autorità giudiziaria il titolare di un'azienda: ufficialmente con sede in Svizzera anche se, di fatto, aveva la sua sede amministrativa in paese. Secondo le Fiamme Gialle avrebbe evaso il fisco per quasi 2 milioni di euro.

Ufficialmente era una società svizzera ma, di fatto, aveva la sua sede amministrativa in paese e da qui continuava a operare abitualmente. La Guardia di Finanza di Gaggiolo definisce "esterovestizione" ciò che è emerso al termine di lunghe e difficili indagini. Si tratta, insomma di far figurare come elvetica una società a tutti gli effetti italiana, con il vantaggio di poter beneficiare di imposte più favorevoli e, particolare di non poco conto, di poter anche portare capitali all'estero.

Così facendo l'azienda tra il 2010 e il 2014 non avrebbe dichiarato all'erario un imponibile di circa 7 milioni di euro, che avrebbe comportato un'evasione d'imposta di quasi 2 milioni di euro.

La Guardia di Finanza ha provveduto a segnalare all'autorità giudiziaria il legale rappresentante della società per il reato di omessa dichiarazione.