Era latitante dal 2007, serbo portato al carcere di Busto Arsizio

GALLARATE - Nel 2007 era stato emesso un ordine di carcerazione nei suoi confronti per una serie di reati di ricettazione. Un serbo di 48 anni, nei giorni scorsi, è stato scovato dagli uomini del Commissariato cittadino e condotto alla casa circondariale di Busto Arsizio.

Nei giorni scorsi, un quarantottenne di nazionalità serbo-bosniaca è stato tratto in arresto dagli agenti del Commissariato di Gallarate in esecuzione di un ordine di carcerazione risalente al 2007, in base al quale devono essere scontati due anni e 10 mesi di reclusione.

L’ordine di carcerazione era stato emesso a seguito di una condanna formulata dal Tribunale di Varallo (Vc) per una pluralità di reati di ricettazione consumati nell’ambito di un commercio di autoveicoli tra l’Italia e la Serbia, ma il serbo-bosniaco si era reso irreperibile, continuando peraltro a trattare affari nel medesimo settore e realizzando compravendite verso la madrepatria oppure in favore di connazionali immigrati in Italia.

E’ stato proprio nel corso di accertamenti sui contatti intrattenuti con alcuni cittadini balcanici residenti nel gallaratese (totalmente estranei alla vicenda) che gli agenti lo hanno rintracciato in una struttura ricettiva del varesotto e sottoposto ad approfonditi controlli, scoprendo così, grazie alla comparazione delle impronte digitali, che con un’identità di comodo sussisteva ancora ineseguito l’ordine di carcerazione a suo carico.

E’ stato dunque condotto presso la casa di reclusione di Busto Arsizio per scontare la sua pena.