Droga a un sedicenne: arrestato un tunisino

BUSTO ARSIZIO - Lunedì pomeriggio un tunisino di 33 anni, sposato con un'italiana e incensurato, è stato arrestato dalla Volante del Commissariato cittadino di Polizia. L'uomo, infatti, era in possesso di droga e aveva ceduto qualche dose a due giovanissimi. E' stato arrestato.

Un tunisino di 33 anni è stato arrestato dalla Polizia di Stato a Busto Arsizio dopo aver venduto hascisc in strada a un sedicenne. E' accaduto alle 16 di lunedì a Busto Arsizio quando, in via Guglielmo Pepe, il nordafricano è stato avvicinato da due giovanissimi, con i quali ha effettuato un rapido scambio: un oggetto scuro di forma ovoidale ceduto ai minori in cambio di banconote.

La scena non è sfuggita a un agente della Polfer di Milano, che transitava nei paraggi libero dal servizio e che ha immediatamente avvisato il Commissariato di via Candiani.

La Volante, arrivata subito sul posto, insieme al collega milanese ha quindi bloccato lo straniero, in possesso di regolare permesso di soggiorno, sposato con un’italiana e fino a questo momento incensurato, e lo ha perquisito. Dalle pieghe della manica arrolata della camicia sono saltate fuori due “stecche” di “fumo” pronte per essere cedute, tanto che all’arrivo della pattuglia un altro gruppetto di ragazzini che stava evidentemente trattando l’acquisto della droga con lo straniero si è rapidamente dileguato.

Addosso a uno dei due minori che avevano invece già perfezionato l’acquisto, i poliziotti hanno trovato un ovulo di hascisc di 12 grammi pagato, come ammesso dal compratore, 55 Euro. Lo straniero è stato arrestato in  flagrante spaccio e detenzione di droga, con l’aggravante della minore età del cliente, e condotto in carcere. L’uomo è stato anche denunciato per il possesso di un coltello a serramanico.

Il giovanissimo cliente, invece, è stato affidato ai genitori e verrà segnalato alla Prefettura come consumatore.