Dopo l'urto niente constatazione amichevole: "Vattene o ti taglio la gola"

GALLARATE - Un mese fa, dopo aver tamponato un'altra auto, aveva estratto di tasca un coltello e minacciato il conducente. Poi era fuggito. L'autore del gesto, un ragazzo di 21 anni residente a Besnate, è stato denunciato nei giorni scorsi alla Polizia.

Gli agenti della Polizia di Stato hanno denunciato in stato di libertà per minaccia aggravata un ventunenne besnatese di nazionalità italiana, per fatti avvenuti a Gallarate il mese scorso.

In una serata dei primi di agosto, la Volante era stata chiamata da un automobilista che poco prima era stato minacciato da un ragazzo, tra l’altro spalleggiato da un amico che era in sua compagnia, nella zona di via Volta. Dopo essere stato leggermente tamponato, l'uomo si aspettava di poter concordare una semplice constatazione amichevole e invece l’altro ha controllato la propria macchina, è andato su tutte le furie e lo ha minacciato mostrandogli un coltello tascabile: “Vedi di andartene che ti va già bene così, se no ti taglio la gola”. Poi era fuggito.

Spaventato e colto di sorpresa, l'uomo aveva annotato solo una targa parziale e non corretta, inservibile alle indagini.

Gli agenti hanno dunque pazientemente elaborato ed incrociato i dati parziali di essa sugli archivi telematici delle forze di polizia, e poi consultato i filmati del sistema comunale di videosorveglianza, riscontrando indizi utili ad individuare l’autovettura del besnatese. Riconosciuto dalla vittima, l’autore della minaccia ha poi ammesso le sue colpe.