Donna violenta: davanti ai poliziotti estrae il coltello a serramanico per colpire un uomo a terra

VARESE - Stava colpendo un uomo a terra insieme a un marocchino. E quando i poliziotti sono intervenuti per fermarla, ha estratto il coltello a serramanico. Per fortuna gli agenti sono riusciti a bloccarla tempestivamente

Durante la scorsa notte gli agenti della Polizia di Stato, appartenenti alla Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione e Soccorso pubblico della Questura di Varese, sono intervenuti in via Goldoni per la segnalazione di una violenta lite in strada.

Sul posto gli agenti si sono trovati davanti ad un uomo ed una donna che stavano aggredendo con calci e pugni un terzo soggetto, alla presenza di altre persone tra cui alcuni minori. Gli aggressori: un cittadino marocchino in evidente stato di ubriachezza ed una cittadina italiana sono stati subito fermati ma, nonostante la presenza dei poliziotti, la donna ha continuato ad inveire contro la vittima dell’aggressione, fin quando all’improvviso ha estratto dallo zaino un coltello a serramanico, lungo circa 23 centimetri, ed ha cercato di colpirlo.

La donna è stata subito fermata e disarmata dagli agenti presenti nonostante il tentativo del marocchino di scagliarsi contro di loro per cercare di fermarli. Entrambi gli aggressori sono stati denunciati in stato di libertà, la donna per il reato di minaccia aggravata e porto abusivo di strumenti atti ad offendere, l’uomo per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, minaccia aggravata oltre ad essergli stata contestata la violazione amministrativa per l’ubriachezza.