Colto da malore, marocchino muore nello spogliatoio dell'azienda

SARONNO - Sposato, padre di quattro figli, 49 anni: un marocchino residente in città è morto lunedì nello spogliatoio della ditta Cifa Spa a Zanica nella bergamasca. Colto da malore a mezzogiorno, aveva rifiutato il trasporto in ospedale preferendo un momento di riposo nello spogliatoio.

Sembrava essersi ripreso dopo un primo malore, ma il peggio doveva ancora venire: un marocchino di 49 anni residente in città è stato trovato morto nello spogliatoio della ditta Cifa Spa di Zanica, nella bergamasca, con sede in paese.

L'uomo, sposato e padre di quattro figli, che all'interno dell'azienda lavorava in qualità di saldatore, si era già sentito male verso mezzogiorno. I colleghi, allarmati, avevano preferito chiamare l'ambulanza. Lui, però, dopo l'arrivo dei volontari aveva rincuorato tutti. Nonostante il suggerimento dei soccorritori, aveva preferito rifiutare il trasporto in ospedale sostenendo che tutto ormai era passato.

E' andato nello spogliatoio della ditta dove, però, verso le 17 i colleghi che avevano finito il turno lo hanno trovato privo di conoscenza. Sul posto, un'altra volta, il personale del 118 che lo ha trovato in condizioni disperate. Al marocchino è stato praticato il massaggio cardiaco, è stato anche intubato, ma ogni tentativo si è rivelato purtroppo inutile.