Colpi di mannaia contro la moglie: uomo in carcere per tentato omicidio

GALLARATE - Ha chiuso il litigio non con la forza della ragione, bensì con la forza brutale. Un uomo originario del Bangladesh, dopo aver colpito la moglie con la mannaia, domenica sera è stato arrestato dalla Polizia di Stato

Al termine di un violento diverbio non ha esitato ad alzare la mannaia e a colpire la moglie ripetutamente. Un uomo originario del Bangladesh, residente a Gallarate, domenica è stato arrestato dalla Polizia di Stato per tentato omicidio.

Gli agenti della Volante del Commissariato cittadino sono intervenuti dopo la telefonata dei vicini, spaventati dalle urla. Un'abitazione situata nel centro cittadino, dove le forze dell'ordine hanno trovato una donna in evidente stato di agitazione, che piangeva disperatamente e mostrava ferite da arma da taglio alle braccia e tumefazioni al volto.

Nell’appartamento erano inoltre presenti un bambino ed un uomo, successivamente identificato come il marito della donna ferita, che indossava indumenti sporchi di sangue.

L’uomo, interrogato sull’accaduto, ha riferito ai poliziotti che la moglie si era procurata da sola le ferite ma le immediate indagini condotte sul posto hanno permesso di ricostruire ben altra vicenda fatta di quotidiane violenze sulla donna.

La perquisizione, eseguita dagli agenti del Commissariato, ha permesso di ritrovare ben nascosto sopra un armadio una mannaia ancora sporca di sangue. L’uomo è stato arrestato ed condotto alla Casa Circondariale di Busto Arsizio.