Austriaci truffati a Como con banconote false: denunciato uno degli autori

GALLARATE - Nella hall di un albergo di Como aveva truffato alcuni austriaci: acquistando gioielli pagati con banconote false. Gli agenti della Squadra Mobile di Como, al termine delle indagini, hanno denunciato un serbo di 50 anni residente in città.

La Polizia di Stato, più precisamente la Squadra Mobile di Como, ha denunciato, per truffa un serbo di 50 anni, residente in città, che nella giornata di lunedì 26, aveva posto in essere, a danno di alcuni austriaci, una truffa ben studiata. L'aveva messa a segno all’interno della hall di un albergo comasco: prevedeva una compravendita di oggetti preziosi e si è sostanzialmente concretizzata con il metodo del Rep Deal ovvero attraverso la sostituzione del denaro genuino, in precedenza fatto esaminare al venditore, con delle fotocopie di banconote riportanti la scritta facsimile, sufficientemente simili alle originali, da riuscire a concedere agli autori del reato, il tempo di dileguarsi con la refurtiva.

Al termine dell’attività info investigativa, gli agenti hanno proceduto, in Gallarate, a perquisire il domicilio dell’uomo con esito positivo in quanto all’interno dell’abitazione sono state rinvenute: numerose fotocopie di banconote con sovraimpressa la scritta fac-simile in tutto somiglianti a quelle utilizzate per la commissione del reato, nonché una giacca da sera di colore nero ed alcuni biglietti da visita riportanti l’intestazione “Investment Marijan Laktas” compatibili rispettivamente con l’abbigliamento indossato dall’autore del delitto in occasione dei fatti su cui si indaga e con lo pseudonimo utilizzato dallo stesso per carpire la fiducia della propria vittima.

Sono ancora in corso accertamenti finalizzati all’individuazione di eventuali complici ed alla ricerca dei gioielli artificiosamente sottratti in occasione del reato.