Aggredisce una coppia sul treno, è identificato a causa del tatuaggio del volto del padre sull'avambraccio

VENEGONO INFERIORE - La sera di Ferragosto aveva aggredito una coppia seduta sul regionale diretto a Milano, rubando la borsetta della ragazza e malmenando il fidanzato. L'aggressore è stato riconosciuto a causa del tatuaggio con il volto del padre che si è fatto incidere sull'avambraccio.

Il rapinatore del treno è stato riconosciuto da un segno particolare. Non uno qualunque: bensì dal tatuaggio con il volto del padre che aveva deciso di farsi sull'avambraccio quale eterno ricordo del genitore scomparso. Tanto affetto è risultato fatale: proprio grazie a quel volto tatuato la Polizia ferroviaria di Varese martedì ha potuto dare esecuzione all'ordinanza di misura cautelare nei suoi confronti.

I fatti contestati risalgono alla giornata di Ferragosto quando l'italiano, 37 anni, verso le 21.30 a Malnate è salito a bordo di un treno regionale diretto a Milano. Visto che sulla carrozza non c'erano altri passeggeri, si è diretto verso una viaggiatrice strappandole la borsetta. Quando il suo ragazzo ha cercato di intervenire, lui prontamente gli si è sdraiato sopra immobilizzandolo. Poi è sceso alla stazione di Venegono Inferiore.

La coppia non si è data per vinta e l'ha inseguito, costringendolo a lanciare per aria il contenuto della borsa per distrarli e ostacolarli. Mentre i due raccoglievano gli oggetti caduti a terra, lui è tornato indietro e ha malmenato il ragazzo, medicato poi al Pronto soccorso.

Quando sono arrivate le forze dell'ordine, chiedendo di descrivere il volto dell'aggressore e mostrando alcune foto alle vittime, il ragazzo ha avuto la prontezza di fornire un dettaglio che si è rivelato decisivo: l'uomo che lo aveva malmenato aveva sull'avambraccio sinistro il tatuaggio con il volto del padre. Grazie a questo particolare e all'aiuto fornito dalla telecamere di videosorveglianze presenti in prossimità delle stazioni di Malnate e di Venegono Inferiore, la Polizia ferroviaria è riuscito a identificarlo.

Accusato di rapina e di lesioni, al momento è stato sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora.