A bordo dell'auto 31 chili di hashish: marocchino finisce in carcere

BUSTO ARSIZIO - Non si è fermato all'alt della pattuglia e ha tentato una fuga disperata per le vie delle città. Un marocchino di 32 anni, residente da 12 in città e dalla fedina penale pulita, alla fine è stato arrestato: in auto aveva 31 chili di hashish

Non aveva mai avuto problemi con la giustizia, ma per la sua prima volta l'accusa è seria: il marocchino, arrestato a Busto Arsizio, viaggiava con più di 30 chili di droga sulla sua macchina.

E' stato arrestato giovedì dopo che, verso le 18.30, una pattuglia dopo averlo incrociato in città in via delle Industrie, gli ha fatto segno di accostare per un controllo di routine. Lui, 32 anni e residente a Busto Arsizio, in possesso di un permesso a tempo indeterminato, al volante della sua Ford Focus ha dapprima finto di parcheggiare. Poi, all'improvviso, un'accelerata per tentare una fuga disperata.

In via San Carlo Borromeo l'epilogo: gli agenti sono riusciti a sbarrargli la strada. Il marocchino non si è però dato per vinto e, abbandonata la vettura, ha tentato una fuga a piedi venendo però raggiunto in via Romentino e bloccato dopo una breve colluttazione mentre cercava di scavalcare la recinzione di una proprietà privata. La perquisizione dell’autovettura ha poi chiarito il motivo della fuga: nel bagagliaio c’era un pacco accuratamente confezionato con 300 panetti di hashish per un peso complessivo 31,2 chilogrammi. Per il marocchino, residente in città da 12 anni, si sono aperte le porte del carcere.