Vuole trasmettere il suo suicidio su Facebook: i Carabinieri riescono a bloccarlo

CIVATE - Si è recato al Ponte di Isella sulla SS 36 pronto a lanciarsi nel vuoto per suicidarsi. Non prima, però, di avere sistemato lo smartphone e aver dato inizio alla diretta video su Facebook per trasmettere il suo suicidio. E' stato però bloccato dai Carabinieri

Voleva far vedere ad amici e conoscenti qual era la sua disperazione dopo la delusione d'amore: un uomo di 30 anni, residente a Civate, ha ripreso in diretta su Facebook il suo tentativo di suicidio. E' stato però bloccato dal pronto intervento dei Carabinieri e portato in ospedale.

E' accaduto nella mattinata del 30 dicembre quando l'uomo si è recato al Ponte di Isella sulla SS 36. Ha sistemato il cellulare per inquadrare bene la scena e ha iniziato la sua diretta video. Poi ha scavalcato la recinzione per lanciarsi nel vuoto.

Il suo gesto, tuttavia, non è passato inosservato agli automobilisti in transito che hanno telefonato al 112. Sul posto le pattuglie dei Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Lecco e quelli della stazione di Valmadrera.

I militari hanno iniziato un lungo dialogo con l'uomo, cercando di capire le ragioni del suo gesto e di tranquillizzarlo, conquistando sempre più la sua fiducia e metri preziosi. Poi sono riusciti a bloccarlo e a portarlo al sicuro. L'aspirante suicida è stato poi consegnato ai soccorritori del 118 per il trasporto in ospedale affinché venisse affidato alle cure dei medici.