Vuole rubare vestiti: arrestato per rapina impropria ed espulso dall'Italia

CIVATE - Martedì sera un marocchino ventenne è stato arrestato dai Carabinieri della stazione di Valmadrera: è entrato in supermercato appropriandosi di alcuni vestiti e poi ha tentato di fuggire spintonando l'addetto alla sicurezza. Già processato e condannato.

E' entrato al supermercato, ma le sue intenzioni non era quelle di fare acquisti: arrivato alla barriera delle casse, ha spintonato l'addetto alla sicurezza per fuggire. E' stato arrestato con l'accusa di rapina impropria.

Autore della trovata è R.K., marocchino di vent'anni, che martedì sera è entrato in un supermercato cittadino. La sua attenzione è ricaduta su alcuni prodotti di abbigliamento per un valore complessivo di circa 100 euro.

Il suo tentativo di furto, però, non è passato inosservato. E quando l'addetto alla sicurezza ha tentato di fermarlo, lui in tutta risposta gli ha dato un forte spintone per allontanarlo. E' stato comunque bloccato e, pochi istanti dopo, sono arrivati sul posto i Carabinieri della stazione di Valmadrera che lo hanno arrestato per rapina impropria.

Purtroppo per lui non è stata l'unica conseguenza: in seguito a controlli è infatti emerso che l'extracomunitario era presente nel nostro Paese in modo clandestino. Processato per direttissima, è stato condannato a dieci mesi e venti giorni con sospensione condizionale della pena. E' stato dato però il via all'iter delle pratiche per l'espulsione dall'Italia.