Vede gli agenti e getta la droga: arrestato e condannato

AIRUNO - Non è servito a nulla al sudanese residente a Monza il tentativo di disfarsi della droga: inseguito dagli agenti, è stato arrestato e processato per direttissima. Il giudice lo ha condannato a 2 anni e 2 mesi di reclusione che sconterà nel carcere di Pescarenico.

Appena si è accorto della presenza degli agenti della Polizia stradale, ha gettato la droga in un giardino. Troppo tardi: un sudanese di 39 anni residente a Monza è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti, impegnati nel controllo del territorio durante il weekend, lo hanno notato in paese nelle primissime ore di sabato. Quando hanno accennato ad avvicinarsi, lui ha lanciato il sacchetto contenente la droga nel giardino di un condominio ed è fuggito.

Inseguito, è stato prontamente bloccato. Ritrovato anche il sacchetto che conteneva cocaina già suddivisa in dosi per essere spacciata. L'uomo, processato per direttissima nella stessa mattinata, è stato condannato a 2 anni e 2 mesi di reclusione che sconterà nel carcere di Pescarenico.