Trenta dosi di cocaina e un pitone come guardiano

NIBIONNO - Lo stupefacente aveva un bel valore. E lui aveva deciso di utilizzare un guardiano d'eccezione: un bel pitone. Un uomo di 37 anni, intercettato in paese, è stato arrestato a Veduggio con Colzano dalla Guardia di Finanza di Como

Aveva scelto un pitone come guardiano della droga da spacciare: un uomo di 37 anni, residente a Veduggio con Colzano, è stato arrestato dai militari della Guardia di Finanza di Como. Per lui il processo con rito direttissimo al Tribunale di Monza.

Le Fiamme Gialle, mentre erano impegnate nel pattugliamento del territorio, soprattutto per prevenire lo spaccio di stupefacenti, lo hanno notato a Nibionno in una strada poco illuminata. Anche lui si è accorto della presenza dei finanzieri, ma sebbene abbia cercato di cambiare strada facendo finta di nulla, è stato raggiunto per un controllo.

Apparentemente non aveva nulla di anomalo, tranne quei 600 euro in tasca che non è stato in grado di giustificare. I militari, insospettiti, hanno voluto procedere alla perquisizione domiciliare.

Lì, con grande meraviglia, hanno notato la teca con il pitone, utilizzato come guardiano di 30 dosi di cocaina purissima. L'uomo, a quel punto, ha deciso di collaborare consegnando alla Guardia di Finanza lo stupefacente oltre al bilancino di precisione e al materiale per il confezionamento.