Tragedia sulla Grigna: 48enne muore a due passi dal rifugio Rosalba

MANDELLO DEL LARIO - Sembrava una banale caduta, si è rivelata una tragedia: ieri sera verso le 20 un uomo che stava raggiungendo il rifugio Rosalba con la moglie, è caduto all'indietro a pochi metri dalla meta sbattendo la nuca. Inutile l'intervento del 118.

Una caduta sulla Grignetta si è rivelata fatale: un uomo, nella serata di ieri, è morto a due passi dal rifugio Rosalba dopo avere sbattuto la nuca. Sul posto anche l'elisoccorso, ma i tentativi dei soccorritori si sono rivelati purtroppo inutili.

La tragedia è avvenuta all'incirca verso le 20. L'escursionista, un uomo di 48 anni che risiede in provincia di Milano, stava percorrendo il tranquillo sentiero numero 9 delle Foppe insieme alla moglie con la quale aveva in programma di trascorrere la notte al rifugio.

Poco prima di arrivarci, però, l'incidente. L'uomo, probabilmente per uno scivolone, è caduto all'indietro e ha sbattuto la nuca contro una roccia. Subito sono stati mobilitati gli uomini del soccorso alpino della XIX Delegazione lariana con l'elisoccorso. Purtroppo non hanno potuto fare proprio nulla se non constatare l'avvenuto decesso.

Il corpo è stato trasferito nella camera ardente dell'ospedale Alessandro Manzoni di Lecco. In ospedale anche la donna, ricoverata perché in forte stato di choc.