Spaccio di cocaina vicino al cimitero: due marocchini in manette

AIRUNO - Dopo le segnalazioni ricevute, il blitz della Polizia: giovedì pomeriggio gli uomini della Squadra Mobile hanno arrestato due spacciatori marocchini. Erano in possesso di 34 dosi di cocaina e di 250 euro. Processati per direttissima, ora sono alla casa circondariale.

Spacciavano droga da giorni vicino al cimitero: due marocchini, giovedì pomeriggio, sono stati arrestati dalla Polizia. Processati venerdì mattina per direttissima, sono ora alla casa circondariale.

Alla Polizia erano giunte alcune segnalazioni riguardo alla presenza di persone sospette nei pressi del cimitero cittadino e della zona boschiva utilizzata come 'rifugio' dai malviventi. Dopo indagini e appostamenti le forze dell'ordine erano riuscite a verificare la fondatezza dell'indiscrezione: nei pressi del cimitero, nella via che porta alla pedonale, due soggetti di origine marocchina spacciavano sostanza stupefacente del tipo cocaina, a numerosi consumatori dei comuni limitrofi.

Dopo aver assistito a diverse cessioni, gli agenti della Squadra mobile sono intervenuti. Inutile il tentativo di fuga: M.M. e K.B., entrambi di nazionalità marocchina, sono stati raggiunti nella zona boschiva e immobilizzati.

Dalla perquisizione è emerso che possedevano 34 dosi di cocaina già suddivisa e della somma di 250 euro circa, materiale sequestrato insieme ad un ciclomotore utilizzato dai due per gli spostamenti sul territorio.