Sospesi nel vuoto e al buio: salvati da Vigili del fuoco e Soccorso alpino

LECCO - Brutta esperienza ieri pomeriggio per due giovani alpinisti, rimasti sospesi nel vuoto mentre stavano scalando l'impegnativa via Panzeri. A causa della corda troppo corta non avevano più alcuna possibilità di muoversi. Salvati da una decina di tecnici del Soccorso alpino e dai Vigili del fuoco.

Se la sono vista davvero brutta ieri i due ragazzi che stavano scalando la via Panzeri: soltanto l'esperienza e la preparazione degli uomini del Soccorso alpino e dei Vigili del fuoco ha consentito di recuperarli senza rischi.

I due, uno residente a Civate e l'altro a Lecco, entrambi di  22 anni, si sono ritrovati bloccati nel tardo pomeriggio di oggi lungo la Via Panzeri, una delle più note fra gli alpinisti per il livello di complessità. I due giovani hanno sbagliato la calata mentre erano in parete in doppia ma la corda non era sufficiente per arrivare alla base e si sono ritrovati nel vuoto, a una distanza dal suolo di diversi metri.

Non riuscivano più a risalire né a scendere e quindi hanno chiesto soccorso. Subito sul posto le squadre del Soccorso alpino e i vigili del fuoco con la fotoelettrica, per illuminare la parete perché nel frattempo era diventato buio.

L'operazione ha richiesto tutta la perizia dei tecnici: si tratta infatti di una parete in prossimità di vie di falesia, molto conosciuta proprio per l'elevata difficoltà che presenta. I due ragazzi sono stati calati alla base, illesi. Una decina le persone impegnate nell'attività di recupero sul posto.