Rapina un supermercato, poi evade dai domiciliari e minaccia la ex

CASSAGO BRIANZA - Doveva restare agli arresti domiciliari dopo aver commesso una rapina a Seregno (Mb), invece è evaso per minacciare la ex con un coltello a Cassago Brianza. Al rientro l'uomo, dopo un rocambolesco inseguimento, è stato arrestato

Finito ai domiciliari dopo una rapina al supermercato a Seregno (Mb), un uomo residente a Meda (Mb) evade per andare a minacciare la ex a Cassago Brianza: messo in fuga dal nuovo compagno della ragazza, è stato poi arrestato dai Carabinieri.

Il protagonista è un italiano di 33 anni, che nella tarda serata di giovedì ha abbandonato l'abitazione di Meda, dove vive con la mamma e dove è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari. Pochi giorni fa, infatti, dopo essersi impossessato di tramezzini e di Prosecco al Simply market di Seregno, aveva aggredito l'addetto alla sicurezza per guadagnarsi la via di fuga, me era stato intercettato dai Carabinieri e arrestato per rapina impropria.

Giovedì, invece, la sua meta era ben diversa: verso le 23 si è presentato a Cassago Brianza all'abitazione della sua ex. Non proprio una visita di cortesia, visto che l'ha minacciata con un coltello.

Era stato però costretto a fuggire dopo l'intervento del nuovo compagno della ragazza, che l'aveva colpito con una sedia e aveva ingaggiato una breve colluttazione.

Scappato di corsa, per evitare di essere malmenato, il brianzolo ha trovato una seconda sorpresa: ad attenderlo a Meda, davanti all'abitazione, c'erano i Carabinieri, avvisati dalla centrale operativa della Compagnia di Merate, raggiunti telefonicamente dalla sua ex.

Alla vista dei militari l’evaso ha tentato di darsi alla fuga lungo la massicciata della vicina linea ferroviaria, venendo infine bloccato ed arrestato dopo un rocambolesco inseguimento.