Quattromila auto rubate in cinque anni: 24 persone arrestate

MISSAGLIA - C'è anche un imprenditore residente in paese tra le 24 persone arrestate dai Carabinieri della Compagnia di Vimercate, a conclusione delle indagini coordinate dal Pm Alessandro Pepè. Secondo gli inquirenti avrebbero rubato 4 mila auto utilitarie, negli ultimi cinque anni.

Quattromila auto utilitarie rubate negli ultimi cinque anni per un giro d'affari complessivo di circa un milione e mezzo di euro: è la stima fatta dai Carabinieri della Compagnia di Vimercate sull'attività illecita di due uomini residente ad Agrate Brianza (Mb), arrestati nelle primissime ore di ieri, venerdì 26 giugno. In manette oltre a loro, altre 22 persone. Uno solo è straniero, quasi la metà sono titolari di autofficine. Uno è residente a Missaglia, l'unico coinvolto nella provincia lecchese.

Una vera e propria banda attiva sul fronte dei furti d'auto quella sgominata dagli uomini del capitano Marco D'Aleo nell'ambito delle indagini coordinate dal Pm monzese Alessandro Pepè. Con accuse che variano dal furto, alla ricettazione, al riciclaggio.

Tutto è iniziato nel novembre 2014 a causa di un insolito volume di furti d'auto registrato nel territorio cittadino. Grazie alle immagini registrate dalle telecamere di un condominio i militari hanno avuto i primi elementi per poter indirizzare le loro ricerche in modo efficace. In poco tempo sono riusciti a scoprire che le automobili venivano rubate in quantità, anche due al giorno, in poco meno di un minuto. Sono 53 i secondi cronometrati. Venivano poi smontate in officine compiacenti con pezzi rivenduti a metà prezzo nel mercato illegale, molto probabilmente con destinazione Spagna e Nord Africa. Ma anche per le auto intere i prezzi erano un vero affare: per commissionarle e accaparrarsele bastavano dagli 800 ai 1400 euro.

Nella notte tra giovedì e venerdì il blitz dei Carabinieri in molti Comuni lombardi, per un totale di 8 province coinvolte. Alla fine è scattato l'arresto per 24 persone: 11 sono ai domiciliari, le altre 13 sono finite in carcere.