Maxi operazione della Guardia di Finanza: sequestrati 94 chili di droga

LECCO - I militari della Guardia di Finanza, coordinati dalla Procura della Repubblica di Monza, sono stati impegnati nella giornata di ieri nell'operazione "July 2014" che ha portato allo smantellamento di una banda italo albanese dedita al traffico internazionale di droga.

Più di 150 militari della Guardia di Finanza, di comandi provinciali situati in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna, sono stati sguinzagliati ieri nell'ambito dell'operazione "July 2014", coordinata dalla Procura della Repubblica di Monza.

Blitz ovunque per eseguire misure restrittive, sequestri, perquisizioni. Il tutto per sgominare una banda dedita al traffico di sostanze stupefacenti, frutto della collaborazione tra un gruppo albanese e uno italiano che fa riferimento alla 'Ndrangheta o a famiglie malavitose siciliane, che aveva la sede dei suoi traffici in Brianza tra i Comuni di Barlassina, Meda e Seregno. Legami, come spesso accade, rinsaldati anche da matrimoni.

Gli inquirenti, utilizzando le più sofisticate tecnologie, sono riusciti ad appurare l'esistenza di un traffico internazionale di cocaina: droga che veniva importata da Spagna e Olanda e trasportata qui in Italia tramite corrieri che viaggiavano su automobili modificate: avevano un doppio fondo grazie all'aiuto di meccanici compiacenti.

Nell'ambito dell'operazione sono stati sequestrati ben 94 chili di droga. In più armi, automobili, denaro contante per un importo complessivo di circa 200 mila euro, 6 attività commerciali riconducibili a un pluripregiudicato di Barlassina.