La Polstrada ritira sei patenti per guida in stato di ebbrezza

LECCO - Un ragazzo di 32 anni residente a Castello Brianza non si è fermato all'alt ed è fuggito. Grazie alla targa gli agenti si sono presentati alla sua abitazione. Dopo il test alcolemico gli hanno ritirato la patente e sequestrato l'automobile.

Sei patenti di guida ritirate in una notte. O, meglio, in sole due ore: è questo il bilancio del weekend della Polizia stradale che nella primissima mattinata di domenica, dalle 4 alle 6, ha eseguito controlli sulle strade provinciali.

E, a quell'ora, non sono pochi i ragazzi che, rientrando dalla nottata trascorsa con gli amici, hanno dimostrato di essere ancora un po' alticci.

Un ragazzo di 26 anni se l'è cavata con una contestazione di carattere amministrativo: aveva sì superato il limite di legge, ma evidenziando un tasso alcolemico di 0,66 grammi/litro rispetto agli 0,50 previsti dalla normativa.

Negli altri cinque casi, invece, tre dei quali con protagonisti ragazzi al di sotto dei 25 anni, si è andati anche sul penale.  Arrivando a un tasso di 1,76 grammi litro, ma anche a un livello di 2,32 grammi litro ovvero quasi cinque volte superiore al limite di legge.

Il tasso peggiore, ma anche la conseguenza peggiore, è stata però per un ragazzo di 32 anni residente a Castello Brianza che, stando alla Polstrada, dapprima ha finto di rallentare e di accostare, poi è fuggito con uno slalom tra le macchine che erano state coinvolte in un incidente su cui stavano lavorando gli agenti. Questi, però, hanno fatto in tempo a prendere gli estremi della sua targa e, poco più tardi, si sono presentati a casa sua. Il suo tasso era di 2,43 grammi/litro. Oltre al ritiro della patente ha subìto anche il sequestro della vettura.