L'auto fa l'inversione a U, la moto va a sbattere: morto centauro di 42 anni

OSNAGO - Tragedia sulla provinciale 342 all'uscita della Tangenziale Est: ieri verso l'ora di pranzo un moldavo al volante di una Jeep ha fatto l'inversione a U a Carnate ma, in quel momento, alle sua spalle sopraggiungeva un motociclista residente nel nostro paese

Un'auto che fa un'improvvisa inversione a U a Carnate sulla provinciale e un centauro che muore sul colpo dopo essere andato a sbattere sulla fiancata ed essere volato sull'asfalto. L'automobilista è stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale.

E' accaduto ieri verso le 13 sulla strada provinciale 342, all'uscita della Tangenziale Est, quando un moldavo di 34 anni al volante di una Jeep ha effettuato la pericolosa inversione a U. Su una strada poco indicata per questo genere di manovre e nonostante la doppia striscia continua che gli offriva soltanto la possibilità di proseguire per la sua direzione di marcia.

Di sicuro non aveva valutato il pericolo: mentre era impegnato nel girare la sua vettura alle sue spalle è sopraggiunto un motociclista, Marco Piccarreta di 42 anni, residente a Osnago, che non è riuscito a evitare l'impatto.

La moto ha preso immediatamente fuoco. Sul posto i Vigili del fuoco di Monza insieme all'automedica e all'ambulanza dell'Associazione Volontari di Pronto Soccorso di Vimercate. Con loro anche i Carabinieri che hanno dovuto chiudere le rampe di accesso e di uscita dalla Tangenziale Est per consentire le operazioni dei soccorritori.

Per il motociclista, purtroppo, non c'è stato però nulla da fare. Lo scontro si è rivelato fatale. Il moldavo, che viaggiava con un bambino di 10 anni, è stato arrestato per omicidio stradale.