Controlli nelle discoteche della provincia: sanzioni per 23 mila euro

LECCO - Si sono concluse nei giorni scorsi le operazioni di controllo delle discoteche presenti sul territori provinciale. La Polizia di Stato ha emesso sanzioni per un totale di 23 mila euro. Gli agenti hanno inoltre denunciato a piede libero i titolari di due attività.

Si sono concluse, nei giorni scorsi, con l’ultimo controllo effettuato presso la discoteca Continental di Colico, le verifiche  amministrative e di pubblica sicurezza espletate dal personale della Polizia di Stato presso le discoteche presenti nell’ambito della provincia. I controlli hanno permesso di rilevare una serie di inadempienze da parte dei gestori.

L’attività è stata rivolta anche all’accertamento dei requisiti delle persone adibite alla sicurezza, i cosiddetti “buttafuori”, i quali per poter operare si devono attenere a quanto previsto dal D.M. 15 Giugno 2012 che impone l’iscrizione nell’elenco istituito presso ogni Prefettura. Una volta ottenuta l’autorizzazione, si impone l’obbligo di indossare, nel corso dell’attività, il tesserino di riconoscimento sul quale sono riportati i dati del titolo autorizzatorio  e la foto dell’operatore.

I controlli sono stati eseguiti presso le seguenti discoteche:
- “Moregallo” di Mandello del Lario;
- “Lavello” di Calolziocorte;
- “Tiara” di Annone Brianza ;
- “Orsa Maggiore” di Lecco;
- “Continental” di Colico.

Il personale operante ha rilevato, contestato e notificato sanzioni per l’ammontare complessivo di 23 mila euro,  provvedendo, fra l’altro, alla denuncia in stato di libertà  nei confronti di due soggetti titolari degli esercizi.

Con ordinanza di sospensione temporanea dell’attività emessa dal sindaco di Colico in data 9 ottobre 2015 su segnalazione della Polizia, non avendo il titolare rispettato i requisiti di sicurezza imposti dalla Commissione di Vigilanza dei locali di pubblico spettacolo, è stata altresì imposta la chiusura del locale di Colico.