Cade in cordata e si lussa la spalla: per il giovane milanese interviene il Soccorso alpino

BARZIO - Un ragazzo di 24 anni residente nel milanese è caduto ieri mentre stava arrampicando con un gruppo di amici sulla Via Condor dello Zucco dell’Angelone. Immobile, con una spalla lussata, è stato riportato a valle dagli uomini del Soccorso alpino.

Stava arrampicando con un gruppo di amici sulla Via Condor dello Zucco dell’Angelone ma al terzo tiro di corda è caduto e si è lussato una spalla. Disavventura ieri per M.P., un ragazzo milanese di 24 anni, soccorso dai tecnici della XIX Delegazione Lariana del Cnsas (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico).

Poco dopo l’allertamento da parte della Soreu di Como al Centro del Bione, giunto nella tarda mattinata, il giovane è stato raggiunto e soccorso; valutate le condizioni, sono giunte a supporto anche le squadre della Stazione Valsassina – Valvarrone. Una decina in tutto i tecnici impegnati nell’operazione.

Dopo essere stato immobilizzato e messo in sicurezza sulla barella, è stato prima calato lungo un canalone alla base della parete e poi, attraverso un sentiero in orizzontale, trasportato fino al piazzale della funivia di Bobbio, dove ad attenderlo c’era l’ambulanza per il trasporto in ospedale a Lecco.

Un altro intervento è avvenuto in contemporanea, sempre sul territorio di competenza della Stazione di Valsassina – Valvarrone, lungo il sentiero Moggio – Artavaggio, per una persona che ha avuto un malore ed è stata portata al Manzoni di Lecco con l’eliambulanza, decollata da Bergamo, che ha sempre a bordo il tecnico di elisoccorso del Cnsas