Bloccati dal ghiaccio nella zona del Pizzo Alto: per cinque ragazzi interviene il Soccorso alpino

PREMANA - Erano usciti per un'escursione ma non avevano fatto i conti con le basse temperature: cinque ragazzi provenienti da Cinisello Balsamo (Mi) e Mariano Comense sono rimasti bloccati domenica sera nella zona del Pizzo Alto a causa della formazione di lingue di ghiaccio.

Sono stati recuperati sani e salvi cinque ragazzi di Sesto San Giovanni (Mi) e Mariano Comense bloccati nella tarda serata di domenica 6 dicembre, nella zona del Pizzo Alto - Alpe Deleguaggio.

I tecnici appartenenti alle squadre territoriali della XIX delegazione Lariana, dopo la richiesta d'intervento, li hanno raggiunti a piedi, dopo alcune ore. I cinque giovani erano illesi ma non riuscivano a superare un tratto di sentiero in cui erano presenti lingue di ghiaccio, che rendevano rischioso l'attraversamento.

Raggiunti dai soccorritori, sono stati messi in sicurezza, dotati dell'equipaggiamento adatto e ricondotti a valle.

Il Soccorso alpino fa rilevare che in questo periodo l'abbassamento delle temperature in quota comporta la formazione di tratti ghiacciati anche lungo i sentieri: per camminare con una maggiore sicurezza su tale tipo di terreno, è opportuno dotarsi dei ramponi usati dagli alpinisti oppure di ramponcini più leggeri, da agganciare alle calzature da trekking. Nello zaino occupano poco spazio, il peso è ridotto ma possono rivelarsi molto utili, se non indispensabili, in presenza di ghiaccio.