Al pomeriggio l'incidente, alla sera guida in stato di ebbrezza: patente ritirata

LECCO - Sabato pomeriggio un automobilista lecchese ha fatto un incidente con uno di Meda (Mb) sulla Valassina e non si è fermato per fornire i dati. Cinque ore più tardi, con il ritiro della patente, con la Polstrada che l'ha trovato alla guida in stato di ebbrezza

Il venerdì 17 per lui è una sciocchezza: nella sua vita si ricorderà a lungo il sabato 11. E' stato proprio quel giorno che un uomo nel pomeriggio ha urtato un automobilista di Meda e si è allontanato senza lasciare i suoi dati. Poi, cinque ore più tardi, è stato trovato al volante in stato di ebbrezza. Per lui patente ritirata e sanzione per non essersi fermato in occasione dell'incidente con il medese.

Il protagonista dell'intera vicenda è un uomo di 43 anni residente a Lecco. Sabato, verso le 16.30, mentre era al volante della sua Volkswagen Golf ha fatto un incidente sulla Valassina all'altezza di Costa Masnaga. Sull'altra auto, una Chevrolet Camaro, un uomo di 32 anni residente a Meda che trasportava amici di Seregno e Giussano.

Fortunatamente un urto non violento: le auto si sono toccate lateralmente. Lui, però, invece di fermarsi per una constatazione amichevole, con il piede sull'acceleratore se n'è andato via senza fornire i suoi dati.

Svegli gli altri nel prendere nota della targa e nello scattare una foto con lo smartphone. Materiale che hanno poi fornito agli agenti della Polstrada di Seregno, intervenuti sul posto.

Proprio gli agenti il giorno successivo hanno convocato il conducente lecchese. Quando gli hanno chiesto la patente, hanno scoperto l'incredibile retroscena: poche ore dopo l'incidente, verso le 21.30, è stato fermato a Bellano dalla Polizia Stradale di Lecco che gliel'ha ritirata per guida in stato di ebbrezza.

Oltre a quel danno pagherà anche 85 euro di multa per non aver fornito i suoi dati all'automobilista di Meda.