Airuno: ragazza partorisce in strada al gelo. Il 118 salva lei e la bimba

AIRUNO - Voleva recarsi in ospedale per dare alla luce la sua bimba, ma non ha fatto in tempo. Una ragazza di 24 anni, residente in paese, nel gelo della primissima mattina di ieri, ha partorito in strada da sola

La bambina aveva fretta di nascere e la mamma non ha fatto in tempo a raggiungere l'ospedale. Un parto un po' traumatico in strada, quello avvenuto ad Airuno, ma grazie al pronto intervento del 118 la neonata è stata tratta in salvo così come la ragazza. Entrambe ora sono ricoverate all'ospedale "Alessandro Manzoni" di Lecco.

L'episodio è avvenuto nella prima mattinata di ieri, poco dopo le 7.30, quando la ventiquattrenne residente in paese stava cercando di raggiungere velocemente l'ospedale per il parto.

Non è riuscita. La bimba è nata subito mentre lei era ancora in strada. Subito è stato dato l'allarme. I soccorritori del 118, arrivati in un attimo sul posto, si sono trovati davanti a una situazione inattesa. Bravi comunque nel mettere in salvo la piccola, nata davvero al freddo e al gelo in un luogo poco ospitale, e a prestare tutte le attenzioni alla mamma per poterla trasportare ormai in sicurezza all'ospedale di Lecco.

La donna, nei giorni scorsi, era già stata vista dal pronto soccorso della struttura sanitaria proprio per alcuni problemi relativi alla gravidanza. Evidentemente superati. Tant'è che la bimba è nata sanissima nonostante un parto in strada senza assistenza.

Mamma e bimba, ora, rimarranno sotto osservazione in ospedale. Per loro, comunque, non pare proprio esserci più alcun problema.